Ispirazioni per arredare la cameretta | La cameretta in stile Shabby Chic
15505
post-template-default,single,single-post,postid-15505,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

La cameretta in stile Shabby Chic

La cameretta in stile Shabby Chic

Arredare la cameretta dei bambini non è mai facile, in quanto è necessario pensare anche alle loro future esigenze dettate dalla crescita. Spesso sono le camerette delle bambine a rappresentare una sfida maggiore, in quanto nel momento della loro infanzia vorrebbero vivere in un ambiente fatato e avere una camera da letto da principesse; con gli anni, poi, questo tipo di arredamento rischia di sembrare infantile.

La soluzione a questo problema potrebbe essere realizzare una cameretta in stile shabby chic. Lo stile shabby chic è capace di adattarsi a qualsiasi tipologia di ambiente e si sposa perfettamente con gli altri stili, come il moderno e il classico, perciò spesso si rivela una scelta ottimale per le camerette sia dei bambini, sia delle bambine.

L’arredamento shabby chic ha radici nello stile country, del quale rappresenta un’alternativa più elegante e sofisticata: l’espressione “shabby chic”, che significa letteralmente “trasandato elegante”, descrive al meglio questo stile dalle origini anglosassoni, che può ricordare nelle forme e nei colori lo stile provenzale, dal quale ha subito qualche influenza.

COME ARREDARE LA CAMERETTA IN STILE SHABBY CHIC

Una cameretta in stile shabby chic deve essere caratterizzata da mobili dalle linee morbide, lavorati con decorazioni come modanature e intagli. Si privilegiano perciò letti con testiere lavorate, in legno o in ferro battuto, oppure letti a baldacchino: ideale particolarmente per le camerette delle bambine, un letto a baldacchino sovrastato da veli leggeri, oltre a donare charme alla camera da letto, creerà un ambiente dolce e accogliente.

Gli altri mobili della stanza, come il comò, il comodino e l’armadio, dovranno richiamare nelle linee o nei materiali il letto: le scelte ideali ricadono su mobili rialzati da terra con piedini.
Se lo spazio a disposizione lo permette, si può completare la cameretta con una scrivania o un piccolo scrittoio in legno, in modo da poter creare un ambiente ideale per lo studio per quando i bambini diventeranno grandi e avranno la necessità di ritirarsi in un luogo tranquillo in cui poter studiare.

L’ultimo elemento, ma non per importanza, da tenere in considerazione per arredare una cameretta in stile shabby chic è la scelta dei colori. Per creare la giusta atmosfera vintage e rimanere in linea con il tipo di arredamento scelto, sono necessari tonalità neutre, come il bianco, il tortora, il beige o il grigio molto chiaro, e colori dalle tinte pastello, come il rosa chiaro o cipria, il lilla, l’azzurro, il verde. Nel caso in cui una cameretta improntata su questo stile d’arredamento debba essere condivisa tra fratello e sorella, la scelta di colori tenui oppure del verde e dell’azzurro si rivela essere la migliore.

Cameretta verde, perfetta per essere condivisa tra fratello e sorella

GLI ELEMENTI DECORATIVI

Una volta scelti i mobili, la cameretta dovrà avere anche il giusto contorno: i muri, perciò, dovranno seguire per i colori le stesse regole dettate per i mobili. Quando ciò non è possibile o si preferisce non ritinteggiare le pareti, si può optare per la carta da parati: un motivo a righe, floreale oppure dei piccoli disegni sono le scelte più adatte. La cameretta, poi, potrà essere completata con complementi d’arredo ed elementi decorativi, preferibilmente in legno: un baule per i giochi, un mappamondo, una lavagnetta oppure adesivi per il muro dai colori tenui.