Ispirazioni per arredare la cameretta | La cameretta condivisa tra maschio e femmina: come arredarla?
15752
post-template-default,single,single-post,postid-15752,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 
Camera a soppalco condivisa

La cameretta condivisa tra maschio e femmina: come arredarla?

Come abbiamo già affermato in molti degli articoli che trovi sul nostro blog, arredare la cameretta dei bambini non è mai facile, un po’ per la loro crescita continua e il costante cambio di idee e gusti, un po’ per gli spazi a disposizione non sempre generosi, soprattutto al giorno d’oggi.

Spesso, a causa dei piccoli spazi, i genitori con due o più figli devono optare per una cameretta condivisa tra i bambini, ma la sfida diventa ancora più grande nel caso in cui la cameretta debba essere condivisa tra fratello o sorella: indipendentemente dall’età, infatti, spesso femminucce e maschietti hanno interessi e gusti diversi, a partire dai colori e dai giochi preferiti. Con qualche accorgimento e un po’ di creatività, comunque, è possibile superare anche questo piccolo scoglio e creare bellissime camerette condivise.

Prima di tutto è necessario studiare la superficie della stanza e capire che tipologia di struttura si adatta al meglio alla cameretta. Se si ha la fortuna di avere a disposizione una camera spaziosa, le possibilità di scelta sono numerose: in questo caso, infatti, è possibile suddividere virtualmente la cameretta in due parti, decorando in modi diversi ciascuna dei due settori.

Cameretta maschio e femmina

Nel caso in cui la cameretta non sia invece di grandi dimensioni, ecco alcuni consigli per personalizzare al massimo gli spazi a disposizione, creando un ambiente suddiviso in due parti che permetta di accontentare anche i bambini.

1. Decorare le pareti

Colorare le pareti della cameretta o decorarle con carte da parati diverse può essere un metodo creativo per “dividere” in due la stanza. Se la camera permette di inserire due letti singoli indipendenti, colorare le pareti retrostanti allo schienale dei letti potrebbe creare una divisione visiva ben definita, magari dando anche a ciascuno dei due bimbi il compito di tenere in ordine la propria parte di stanza. Al contrario, se preferisci mantenere un colore neutro per le pareti, puoi utilizzare stickers o carta da parati con disegni di principesse o supereroi.

Cameretta maschio e femmina

2. Elementi d’arredo

Per separare le due zone, è possibile installare alcune soluzioni come una tenda divisoria, una quinta colorata oppure una libreria con scomparti a giorno bifacciale, in modo da non costruire un vero e proprio “muro” separatorio, ma da garantire comunque una certa privacy.

Cameretta condivisa con supereroe

3. Letti a soppalco o a castello

Se invece lo spazio è davvero scarso e c’è la necessità di trovare soluzioni più compatte, l’opzione migliore che puoi prendere in considerazione è quella di installare un letto a castello oppure un soppalco, utilizzando quindi la stanza in altezza piuttosto che in larghezza e profondità.

Al posto di distribuire i due letti allineandoli sulla stessa parete, un’altra possibilità da considerare è la disposizione dei due letti sfalsata, a forma di L: in questo modo è possibile sfruttare le due pareti in modo creativo, colorandole con tonalità differenti o applicando stickers o carta da parati, in modo tale da personalizzare al massimo l’area di ciascuno dei due bambini. Questa conformazione, al contrario della disposizione parallela dei due letti, permette di gestire al meglio la differenza di ritmi e abitudini dei figli, soprattutto se di età differenti.

Letto a soppalco